Primitivo IGP Puglia

Il PRIMITIVO è un vitigno a bacca rossa ed è uno dei vini pugliesi più conosciuti al mondo. Il suo nome deriva dalla precoce maturazione della pianta nonostante la quale però la concentrazione degli zuccheri e la gradazione alcolica si mantengono alte. Sulle origini del PRIMITIVO ci sono molte teorie: alcuni studi affermano che il Primitivo sia nativo della Dalmazia e sia arrivato in Puglia, precisamente nel territorio di Gioia del Colle, intono al 1800, altri studi sostengono che il Primitivo sia un vino originario dell’Ungheria in quanto è molto simile ad un tipico vino ungherese chiamato Zinfdandel.

Il PRIMITIVO IGP Puglia Colle Petrito presenta un colore rosso rubino intenso con riflessi violacei ed ha una gradazione alcolica di 14 gradi, ha un corpo elegante ed equilibrato, al naso è caratterizzato da profumi di marmellata, fichi e sentori di confettura e al gusto risulta un vino dal sapore asciutto, caldo e morbido. La zona di produzione è l’agro di Minervino Murge, dove il terreno è di medio impasto tendente al calcareo. La vendemmia avviene nella prima decade di Settembre ed è effettuata esclusivamente a mano.

Questo vino va servito a una temperatura di 16/18° e si accompagna perfettamente con i piatti a base di carne, arrosti, stufati, cacciagione e salumi, ma si sposa perfettamente anche con preparazioni di fine pasto come dolci a base di pasta di mandorle, amaretti e dolci a base di miele.

Translate »